Confronta immobili

Confronta
You can only compare 4 properties, any new property added will replace the first one from the comparison.

Con Progetto Italia partirà il rilancio dell’edilizia in Italia?

Un settore in crisi

L’edilizia in Italia, è sempre stata un settore strategico. Non solo perché crea valore da sola per circa l’8% del Prodotto Interno Lordo nazionale, ma anche per ciò che ha rappresentato nella storia sociale e politica del nostro Paese.

Dalla ricostruzione del dopoguerra, alla cementificazione di molte aree del territorio nazionale. Dalle ristrutturazioni alla nuova sensibilità per l’ambiente che ha preso la forma dell’architettura ecosostenibile. Il settore edile ha segnato l’evoluzione sociale dell’Italia. Oltre ad essere un pilastro dell’economia e del mercato del lavoro. 

Comprensibilmente, durante gli anni della crisi finanziaria che ha colpito l’economia mondiale, anche il settore edile ha registrato delle difficoltà notevoli. Soprattutto per il crollo della propensione di famiglie e investitori istituzionali a comprare immobili. Oltre che per il rallentamento degli investimenti pubblici per la costruzione di infrastrutture. Questo ha significato la chiusura di alcune delle imprese più piccole. oltre alla contrazione notevole degli occupati nel settore, con ripercussioni molto pesanti dal punto di vista economico e sociale.

Un settore in ripresa

Fortunatamente, l’inversione di tendenza nel mercato immobiliare che è iniziata tra 2016 e 2017 sta ridando ossigeno alle imprese edili. Nonostante gran parte degli investitori, piccoli e grandi, tende a privilegiare soluzioni abitative già esistenti. Non c’è dubbio, comunque, che il clima generale sia cambiato e che le prospettive che si aprono ora per il settore dell’edilizia sono le migliori da molti anni a questa parte.

Essendo sempre attenta a tutti i mutamenti del mercato immobiliare per cogliere le tendenze che influenzeranno i futuri sviluppi del settore CIRAV Real Estate Agency segue con naturale interesse il settore dell’edilizia. Il fine è quello di riuscire, in questo modo, a fornire ai propri clienti il necessario supporto professionale. Nell’articolo che state leggendo, ci dedicheremo a fare il punto su alcune novità che aprono scenari potenzialmente molto positivi per le imprese di questo settore. In particolare, commenteremo il recente accordo tra Salini Impreglio, la Cassa Depositi e Prestiti e tre grandi gruppi bancari nazionali, denominato Progetto Italia. L’argomento viene trattato in modo dettagliato in un articolo di www.startmag.it da cui trarremo dati e riflessioni su cui basare i nostri ragionamenti.

L’accordo di Progetto Italia

Esaminiamo innanzi tutto i termini di questo grande deal finanziario che aiuterà il rilancio del settore nei prossimi anni. Il protagonista assoluto dell’accordo è sicuramente Salini Impreglio, che, come è noto, è un grande gruppo edile italiano. Quest’ultimo si occupa, anche attraverso una serie di società controllate, di grandi opere infrastrutturali e di edilizia residenziale. Questo colosso del settore aveva recentemente manifestato interesse nell’acquisizione della storica concorrente Astaldi. Quest’ultima in difficoltà finanziarie da fine 2018, ma con un solido portafoglio ordini. Astaldi è la società che ha costruito la Fiera di Milano, la linea di alta velocità ferroviaria Roma-Napoli e il terzo ponte sul Bosforo. Oltre a ciò ha vinto nel 2016 l’appalto per la costruzione del più grande telescopio ottico del mondo, situato a 3000 metri di altitudine sul Cerro Armazones in Cile.

Gli accordi di salini Impreglio

Salini Impreglio, come è facile immaginare, ha tutto l’interesse a salvare finanziariamente Astaldi e acquisirne il controllo. Non a caso ha avviato un duplice tavolo di trattativa che ha portato a due accordi differenti e sinergici che, globalmente, hanno preso il nome di Progetto Italia.

Da un lato, infatti, Salini Impreglio ha avuto il supporto indispensabile per l’operazione da parte di Cassa Depositi e Prestiti e dall’altro ha concluso un accordo con UniCredit, Intesa Sanpaolo e Banco BPM che consentirà la flessibilità finanziaria necessaria a gestire l’avvio del nuovo gigante italiano nel settore delle costruzioni

La Cassa Depositi e Prestiti, controllata come è noto dal Ministero del Tesoro, si pone come partner strategico ed essenziale per questo nuovo polo. Tale presenza è giustificata, nelle intenzioni dei contraenti del patto, dall’interesse pubblico alla rivitalizzazione dell’intero settore edile. Come una serie di interventi destinati a sbloccare circa 36 miliardi di progetti attualmente bloccati dalle difficoltà delle aziende del settore. Si stima, inoltre, che l’effetto di traino sull’intero settore, comprese le molte aziende dell’indotto, potrà consolidare la quota di PIL prodotto dall’edilizia e, anzi, aumentarlo in misura non marginale.

Le ricadute sul mercato immobiliare

Venendo al nostro settore di interesse specifico dobbiamo iniziare dicendo che la nascita di un grande polo delle costruzioni edili che, per sua stessa genesi, si impegnerà anche a rivitalizzare l’edilizia residenziale non può che essere considerata una buona notizia per l’andamento globale del mercato immobiliare. 

In effetti, uno dei limiti che si registrano nelle compravendite immobiliari a livello nazionale è il relativo cattivo stato di manutenzione in cui versano molti degli immobili messi sul mercato. Questa situazione è figlia della crisi finanziaria degli ultimi anni e della caratteristica peculiare del nostro Paese di avere una proprietà immobiliare estremamente frazionata e diffusa. Con il venire meno sia delle risorse finanziarie, sia della fiducia nel futuro a causa della crisi, infatti, molte famiglie proprietarie di immobili hanno trascurato la manutenzione ordinaria e straordinaria. L’obiettivo ultimo: risparmiare il più possibile in un momento difficile.

Il mercato immobiliare in ripresa

D’altro canto, da quando la morsa della crisi si è allentata, a partire circa dal 2016, chi era alla ricerca di un immobile residenziale, per uso personale come prima casa o per realizzare un investimento immobiliare (spesso con la messa a reddito mediante il sistema dell’affitto breve), si è di nuovo mosso con più decisione. Tuttavia, la scarsità di immobili ristrutturati di recente e di case e appartamenti di nuova costruzione, sta mantenendo finora bassi i prezzi. Comunque la propensione all’acquisto di chi, cercando un immobile di pregio, trova un’offerta fiacca e non sempre all’altezza delle proprie aspettative è frenata

Gli operatori del settore si attendono che Progetto Italia, facendo confluire nuove risorse, finanziarie e progettuali, anche nel settore dell’edilizia residenziale, riuscirà ad aumentare il numero di immobili nuovi e ristrutturati presenti sul mercato nelle diverse aree del nostro Paese. Incrementando l’offerta di soluzioni di pregio o comunque in buone condizioni. In ogni caso, qualsiasi sia la vostra idea di investimento immobiliare, potrete rivolgervi senza alcun dubbio alla professionalità e all’esperienza di CIRAV Real Estate Agency. Cercherà di trovare la migliore opportunità per soddisfare le vostre esigenze.

Iscriviti alla nostra newsletter

Mettiti in Contatto con il Nostro Team

Ottieni una Valutazione della Tua Casa

Trova il tuo prossimo tenant

Fare clic sul pulsante modifica per modificare il testo. Lorem ipsum dolor sedersi amet, consectetur adipiscing elit. UT Elit Tellus, luctus NEC ullamcorper Mattis, pulvini dapibus Leo.

Find Your Next Tenant

Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Get in Touch with Our Team

Get a Free Home Evaluation

Where should we send your home estimate?